Con Sfida Studios l’Argentina chiama l’Italia

Fondatori della società di Buenos Aires che offre soluzioni incentrate sullo sviluppo web sono professionisti con radici italiani molto richiesti dalle aziende nostrane

Di Susanna Fiornovelli

Sfida Studios è una società fondata da lei che è italo-argentino, con sede a Buenos Aires, ma con collaboratori anche in Italia. Di che cosa si occupa?

È un’azienda argentina che offre soluzioni incentrate sullo sviluppo web, piattaforme e-commerce, UX design (progettazione di esperienza utente), sviluppo di sistemi per gestire contenuti e consulenza specializzata in diversi ambiti della trasformazione digitale. Sono figlio di italiani e sono sicuro che è da lì che viene il mio spirito imprenditoriale. Mio padre Luciano, nato in Toscana, è un imprenditore purosangue e mia madre Giulia, nativa della Basilicata, è sempre stata un sostegno fondamentale per me nelle mie prime fasi di lavoro indipendente. Oltre a me, la squadra dei fondatori di Sfida Studios è composta da Dario Ruellan e Pablo Vallone. Darío è un bravissimo sviluppatore, esperto di web, con il quale lavoro da tanti anni, in pratica da quando eravamo adolescenti. Abbiamo fatto insieme lavori di ricerca e sviluppo per acquisire nuove conoscenze e poter così offrire nuove soluzioni e nuovi servizi. Pablo, invece, ha un grande background nel mondo della grafica in quanto ha lavorato per tanti anni nell’industria grafica: ha realizzato numerose copertine degli album di noti musicisti argentini, ma anche di altri Paesi. Un altro con le radici italiane (il suo cognome è Vallone). Nella nostra squadra abbiamo anche un esperto in animazione (motion graphics) e progettazione grafica in grado di creare contenuti visivi ad alta qualità per diverse piattaforme digitali, streaming e reti sociali.  Si chiama Mauricio Roncal e anche lui ha radici italiane.

Molti dei lavori che abbiamo fatto sono presenti in diversi luoghi del mondo, ma soprattutto in Italia. Per aziende e personaggi pubblici italiani abbiamo realizzato siti web, campagne grafiche e piattaforme di e-commerce. La nostra società fa parte di un ecosistema molto ampio di soluzioni che solitamente offriamo attraverso alleati strategici italiani. La destinazione principale dei nostri progetti, quindi, è l’Italia anche se la nostra sede è a Buenos Aires. Tra i nostri clienti figurano fondazioni, musei, imprenditori, artisti e personalità di tutto il pianeta. Per i servizi che offriamo non esiste nessun tipo di limite geografico.

Quali lavori avete realizzato in Italia e chi sono i vostri clienti?

Per l’Italia lavoriamo molto. Tra i nostri clienti e i partner più importanti ci sono lo Studio Pani (Cagliari), To Be Srl (con sedi a Latina e ad Ascoli Piceno), Carte Soc. Coop., una cooperativa di Viggiano, in Basilicata. To Be è un’azienda cresciuta molto negli ultimi anni, un punto di riferimento nel campo delle tecnologie di trasmissione dati attraverso la luce. Tra To Be e Sfida Studios si è formata una grande squadra, anche lavorando a distanza, Del resto noi possiamo coprire un gran numero di fusi orari, rimanendo attivi più ore al giorno della media e ci completiamo straordinariamente a vicenda in molti aspetti tecnici e creativi. Con To Be Sfida (l’unione di Sfida Studios e To Be Srl) lavoriamo nei settori dei beni culturali (musei, mostre, siti archeologici) nonché nei settori enogastronomico (Ho.Re.Ca.), industriale e anche eventi dedicati all’innovazione come gli hackathon. Tra i lavori che abbiamo realizzato per il settore dei beni culturali posso citare lo sviluppo di siti web e applicazioni mobili per il sito archeologico di Pompei, il museo archeologico nazionale di Taranto (museo MArTA), rassegne sul genio Leonardo da Vinci (“Le mostre impossibili”), l’archivio storico Olivetti. In altri settori abbiamo sviluppato il progetto E-On dell’Enel Group (energie rinnovabili e settore industriale); To Be Kids (progetto educativo, informazione sicura, giochi, racconti, animazioni e disegni per i bambini, tutti trasmessi attraverso un canale LiFi, cioè, un canale per trasmettere i dati, sicuro e fatto dalla stessa luce visibile; Ciù Ciù Tenimenti Bartolomei (settore enograstronomico e Ho.Re.Ca.) per il quale abbiamo sviluppato, per diverse cantine, applicazioni mobile, siti web istituzionali, siti e-commerce, progettazione grafica e anche sviluppo web per la prima Hackathon del mondo del vino, la “Ciù Ciù Hack”.

Quali sono i vostri punti di forza?

Non smettere mai di imparare. Non smettete mai di sorprenderci e continuare a sognare come se fossimo bambini. È fondamentale la passione per quello che facciamo e non accontentarsi di risultati mediocri o comuni. Siamo sempre aperti a stabilire nuove alleanze, aggiungendo creatività e intelligenza, non a concorrere. Unire le forze con squadre complementari. Uno dei nostri slogan è “Con l’immaginazione possiamo creare nuovi mondi” e proviamo a farlo continuamente.

Su quali progetti siete impegnati in questo periodo?

Tantissimi, specialmente per l’Italia, ma anche per l’Argentina ed altri Paesi. Tra i progetti per l’Italia figura la creazione di un nuovo sito web istituzionale per To Be Srl, con grandi novità nei contenuti, animazioni (motion graphics) e un design tipo responsive (cioè che funzioni bene tanto nei piccoli schermi – tipo smartphone – quanto nei più grandi tipo tablet e computer). Stiamo anche realizzando diversi siti di e-commerce per la vendita online di vini anche per aziende del settore Ho.Re.Ca. (Hotellerie-Restaurant-Café). Inoltre, siamo all’opera su diversi progetti che riguardano la tecnologia LiFi, sia siti web sia applicazioni mobile. Un’iniziativa per l’Italia sulla quale siamo sempre attivi è il nostro progetto “Italia Vive!”, un portale con informazioni riguardanti l’Italia per chi abita all’estero (www.italiavive.info).

www.sfidastudios.com – e-mail: info@sfidastudios.com – Twitter e Instagram: @SfidaStudios e @guspatagonico.

Gustavo Salvini