Piatti da star – I cibi amati dalle celebrità italiane e internazionali svelati dallo chef Paolo Celli

Maria Callas, la diva enigmatica 

Spaghetti cacio e pepe

Era il 1967 quando fui chiamato a lavorare sullo yacht di Onassis. Incredibile come nella mia vita arrivassero proposte da tutti quei personaggi che sognavo di incontrare. Chiamò proprio me perché in confidenza con Brigitte Bardot, per la quale avevo lavorato tempo prima, venne a sapere della mia buona cucina. E così cominciò la mia crociera con soste in numerosi porti: Francia, Sardegna, Capri e lungo l’arcipelago toscano. Non ebbi molte occasioni per visitare i luoghi dove attraccavamo ma, in compenso, avevo a che fare con persone di grande estro e cultura che erano spesso ospiti a bordo tra cui la signora Maxwell, la famiglia Agnelli, Brigitte Bardot, Pier Paolo Pasolini. Su quella meravigliosa “casa galleggiante”, in quanto a personalità, tra i tanti personaggi che incontrai spiccò, a mio avviso, la divina Maria Callas. Lei aveva una strana aria, una sorta di dramma perpetuo che le conferiva un aspetto trasognato, alle volte assente, come presa da qualche suo intimo pensiero. Era una donna gentile e amante degli animali, questo lo ricordo bene perché lo lego a due episodi in particolare. Il primo: mi trovavo sul ponte dello yacht e davo la caccia a due piccioni che si erano posati sul passamano, quando sentii richiamarmi – e sentirsi richiamare da un soprano fa un certo effetto – con tono deciso per ciò che stavo facendo. Le risposi che stavo giocando un po’. Maria mi raccontò di quanto amasse gli uccelli ma, soprattutto, di quanto amasse la loro libertà. L’altra occasione fu quando mi vide giocare con un cane, uno di quelli a bordo con noi. Capitò di parlare a lungo di animali. Dei cani in particolare mi disse: “Stai tranquillo Paolo, che se un cane ti offre la sua amicizia non ti tradirà mai. Purtroppo gli umani non sono così, ti tradiscono appena non gli servi più”. Parole sante!

Ingredienti per 6 persone:

700 gr. di spaghetti

250 gr. di pecorino romano

50 gr. di pepe nero macinato

½ tazza da caffè di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Mettete in due terrine separate il pecorino e il pepe. Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata e scolateli al dente, avendo cura di lasciare da parte una tazza grande di acqua di cottura. Mettete in una grande zuppiera gli spaghetti e aggiungete la tazza d’acqua e l’olio. Mescolate rapidamente aggiungendo il pepe e il pecorino romano. Servite ben caldo.