Il magico mondo dell’equitazione – Trend positivo soprattutto nelle regioni del Nord e Centro Italia

Di Romina Ripa, responsabile ufficio stampa Fitetrec-Ante

A passeggio con il Bardigiano e lo Shetland

La Fitetrec-Ante ha festeggiato nel 2018 il suo cinquantesimo anniversario dalla fondazione (Federazione italiana turismo equestre e Trec-Ante). È una Dsa del Coni: organizza e disciplina diverse attività equestri in Italia ed è affiliata alla Fite (Fédération internationale de tourisme equestre) da cui è riconosciuta quale unico rappresentante in Italia per il turismo equestre e la monta da lavoro.

Le attività equestri disciplinate dalla Federazione sono diverse: turismo equestre e turismo equestre attacchi;Trec e Trec attacchi;mountain trail;cross country; country derby;monta da lavoro con tutte le sue specialità;monta storica e western con le loro specialità;equitazione per disabili e Iaa;tiro con l’arco a cavallo.

L’equitazione in Italia, in questi anni, è in forte ascesa. I dati parlano di un trend positivo in particolar modo nelle regioni del Nord e Centro Italia dove i praticanti sono distribuiti sulle diverse discipline. Negli ultimi anni è stato avviato un programma di rinnovamento in Federazione oltre che nella struttura anche nei percorsi formativi e di aggiornamento per offrire la massima qualità in tutti i settori.

Il cuore pulsante della Fitetrec-Ante è certamente il turismo equestre al quale si dedica un’importante percentuale dei nostri centri e dei nostri tecnici e che si avvale del “Progetto di turismo equestre sostenibile”, la nuova frontiera dell’escursionismo a cavallo che ha, tra i vari obiettivi, lo sviluppo dell’“offerta di prodotto integrata” in sinergia con il movimento turistico complessivo.

I nostri tecnici sono professionisti che hanno, tra gli altri, il compito di educare alla sostenibilità muovendosi “a passo lento” sul territorio con responsabilità, cultura e socialità nel rispetto delle peculiarità locali e regionali.

Il Comitato regionale Lazio, capitanato dall’instancabile presidente Franco Amadio, è certamente tra i più frizzanti: ha chiuso il 2018 con 135 centri affiliati e circa 2.600 tesserati in regione. Le attività proposte sono diverse: dal magico mondo dei pony e dei bambini alla monta da lavoro passando per il turismo equestre.

Una regione da sempre vocata al cavallo, basti pensare ai butteri della Maremma laziale e ai suoi cavalli “tolfetani” o alle manifestazioni internazionali che da sempre ospita nelle attrezzatissime strutture presenti su tutto il territorio regionale. Per informazioni: www.lazio.fitetrec-ante.it- www.fitetrec-ante.it.