Punte e doppie punte – Colori e tagli, i nuovi trend maschili

Di Luca e Stefano Ciuti, hair stylists dei vip (www.ciutieciuti.it)

Luca e Stefano Ciuti

Il ritorno della barba, dei baffi folti e lunghi Anni’70 e del capello lungo Anni ‘80

Anche l’uomo si avvale di colorazioni per tingere i capelli. Sono tanti gli uomini di tutte le età con i capelli grigi che vogliono mantenerli “sale e pepe” senza coprirli con tinture nere o castane ma, allo stesso tempo, meno bianchi di quello che sono realmente. Sono stati accontentati da un colore che smorza un po’ il grigio e che non vira più sul rosso come le colorazioni del passato. Il capello, quindi, resterà bianco, ma meno acceso di prima con un effetto molto naturale e un ringiovanimento immediato. Il trattamento può essere fatto anche sulla barba e sul pizzo.

A proposito di barba, in questo inverno c’è un suo ritorno non soltanto per moda ma anche per correggere difetti del viso. Attraverso la barba l’uomo può rimpolpare un labbro o un viso troppo magro così come snellirne uno troppo largo.

Mentre la donna va dal chirurgo estetico, gli uomini si aiutano con la barba e i baffi. Per quanto riguarda i tagli, di tendenza sono quelli più rasati ai lati e più lunghi sopra così come si guarda al capello lungo Anni ’80. Sui capelli lunghi si tende a non fare barbe troppo folte, ma appena accennate. Per i baffi, invece, c’è un ritorno a quelli folti e lunghi tipici degli Anni ’70.