Talenti alla riscossa – Guido Renzetti, professione liutaio

506

Di Nicolò Rinaldi Di Federico

Una scelta inconsueta quella fatta dal ventiduenne di Forano (Rieti) Guido Renzetti, che ha deciso di studiare per diventare liutaio, ovvero un costruttore di violini, viole e violoncelli. Guido, che fin da piccolo ha la passione per la costruzione artigianale in legno, tramandatagli a sua volta, ha frequentato la scuola di liuteria “Antonio Stradivari” di Cremona, orgoglio ed eccellenza italiana riconosciuta patrimonio dellʼUmanità dallʼUnesco, dove è stato premiato due volte in quanto miglior studente dellʼanno. Ora vive a Cremona e può già vantare la collaborazione con alcuni importanti maestri del settore. Parlando del suo raffinato lavoro, a metà tra artigianato e arte, Guido rivela che per costruire un solo violino è necessario, oltre a un profondo studio delle materie musicali, circa un mese, mentre per un violoncello ne sono necessari quasi due.

Innamorato dellʼodore della vernice che si sente nelle botteghe che fieramente espongono in vetrina gli strumenti costruiti, Guido sogna di aprire una propria bottega e di dare il suo contributo nel rilancio allʼestero dei prodotti della liuteria cremonese, universalmente considerati i migliori al mondo, apprezzati negli Stati Uniti e in Asia, ma in Europa inspiegabilmente sorpassati dalle imitazioni.