Naturopatia e benessere – Cambio stagionale e instabilità emotiva: benvenuto autunno!

A cura della dott.ssa Alessia Macci, naturopata e infermiera presso il servizio Cad del 4° distretto dell’Asl Rm 1

147

Quanti di noi in questa fase dell’anno si sentono deboli e privi di energia? Secondo i principi riconosciuti dalla medicina tradizionale cinese, ci troviamo a vivere uno spostamento energetico importante che ha inevitabili ripercussioni sul corpo fisico, psichico ed emotivo. La tarda estate sino all’inizio dell’autunno è associata all’elemento Terra. Ogni elemento è presente sia in natura sia nel corpo ed è collegato a organi ed emozioni specifiche. Ciò significa che, in un periodo come questo, dovremmo porre maggiore attenzione allo stomaco (non a caso questo è il momento in cui si acuiscono i disturbi gastrici) alla milza e al pancreas. Questi 3 organi costituiscono l’elemento Terra, che sappiamo rappresentare il centro, la stabilità e la concretezza. L’aspetto da non sottovalutare risiede nella trasformazione dello stato d’animo che caratterizza, secondo la filosofia orientale, questo periodo dell’anno: l’eccessiva preoccupazione.

Le transizioni in genere assumono questa caratteristica ed è comune presentare in questo momento forti sbalzi d’umore. La Naturopatia ci insegna a vivere a pieno l’instabilità, sia fisica sia emotiva, evitando qualsiasi sostanza o atteggiamento che possa in qualche modo mascherarla. Posso permettermi praticamente di vivere questa precarietà emotiva e non esserne travolto. L’ansia che nasce dalla preoccupazione non fa altro che indebolire il nostro elemento Terra e gli organi associati, generando una reazione interdipendente tra corpo, psiche ed emozioni. Come imparare a gestire i pensieri e a evitare che la sintomatologia ansiosa prenda il sopravvento? Oltre all’acquisizione di tecniche respiratorie in grado di sciogliere le tensioni, abbiamo la straordinaria fortuna di trovare in natura una serie di rimedi in grado di modulare il sentire emozionale, permettendo in questo modo all’organismo di compiere i suoi fisiologici processi di purificazione.

Drenaggio e disintossicazione sono altri due aspetti che vanno considerati nei cambi stagionali, poiché un corpo saturo di tossine, influenzerà mente ed emozioni, senza considerare che le tossine sono per la gran parte di natura endogena (preoccupazioni e pensieri negativi). Integratori a base di piante officinali in grado di favorire una profonda azione purificatrice dell’organismo e l’applicazione sul corpo di unguenti che favoriscano la distensione del sistema nervoso centrale, sono in grado di sostenerci, donandoci maggiore stabilità e centratura.

Per maggiori informazioni su corsi e seminari tenuti dalla dott.ssa Macci e dai professionisti che collaborano con la sua associazione visita il sito www.alessiamacci.it.

Per contatti: 324 8662206, e-mail: naturopata.macci@gmail.com, Fb “L’equilibrio dei cinque elementi”.