“Attenti ai dentisti abusivi” – Per smascherarli basta ricercare su Internet il nome del professionista nellʼalbo nazionale e constatare se ne faccia parte

Lʼodontoiatra e medico chirurgo Claudio Colasanti spiega le nuove tecnologie a disposizione dell’odontoiatria e le regole da seguire per prenderci cura dei nostri denti. (Di Nicolò Rinaldi Di Federico)

152

In una società sempre più attenta all’immagine e alla perfezione estetica, è inarrestabile, con i suoi pro e contro, l’attenzione verso la bellezza dentale, dei laser, delle nuove tecnologie e degli interventi a basso costo allʼestero. Del resto un bel sorriso è un’arma vincente per tutti. Lʼodontoiatra e medico chirurgo specialista in odontomastologia Claudio Colasanti spiega le nuove tecnologie a disposizione dell’odontoiatria e le regole da seguire  per prenderci cura dei nostri denti.

Dentisti abusivi e privi di laurea e turismo odontoiatrico allʼEst. Quali i rischi che si corrono e gli accorgimenti da adottare per salvaguardarsi nei confronti di queste diverse realtà?

Lʼabusivismo è sempre stato una piaga. Negli anni Novanta e Duemila si stimava che i dentisti abusivi fossero circa il cinquanta per cento di quelli operanti in Italia. Queste figure non hanno conoscenze e professionalità adeguate a salvaguardare la salute dei pazienti e a reagire alle complicazioni che potrebbero insorgere. Proteggersi da questi individui è molto semplice: basta ricercare il nome del dentista nellʼalbo nazionale che si può trovare su Internet e constatare se ne faccia parte. Il fenomeno degli interventi allʼEst è nato proprio dai costi alti che lʼodontoiatria aveva e, per questo, si sono diffuse figure abusive che offrono servizi di pessima qualità e con materiali scadenti e inadatti a prezzi bassissimi. Sottoporsi a questi interventi può portare ulteriori peggioramenti della propria condizione e può compromettere persino la salute complessiva.

Cʼè unʼetà in cui fare prevenzione diventa indispensabile?

È fondamentale che la prevenzione cominci dalla tenera età ed è altrettanto importante che continui con il controllo e con la risoluzione dei problemi che insorgono.

Le nuove tecnologie quali innovazioni portano alle cure dentali?

In ogni branca dellʼodontoiatria, come in ogni branca della medicina, lo sviluppo della tecnologia porta molti vantaggi e traguardi positivi e contribuisce a raggiungere risultati sempre migliori.

Aumenta la popolarità delle faccette in ceramica per avere sorrisi splendenti. Perché tanto successo di questa pratica e quali le controindicazioni?

È aumentata la voglia di raggiungere la perfezione estetica, anche dentale, ma bisogna badare che la chirurgia estetica non intacchi la salute di una persona. Montare delle faccette in ceramica su dei denti difettosi senza prima averli curati può causare loro danni importanti.

Che cosa fare per avere un bel sorriso?

I consigli sono semplici e attuabili da tutti. Basta seguire una profilassi, aver cura dellʼigiene orale, fare attenzione agli alimenti che macchiano o danneggiano i denti e rivolgersi a un professionista serio quando insorgono problemi.

Come soddisfare lʼimmagine senza tralasciare la cura dentale?

Viso e sorriso sono inscindibili e complementari. Non si può essere belli con lʼuno e senza lʼaltro. È necessario curare di pari passo entrambi poiché si valorizzano a vicenda.

Gli interventi mirati al recupero del bianco perduto che utilizzano spesso i laser quali caratteristiche di professionalità richiedono allʼoperatore e come tutelarsi da chi queste professionalità non le ha?

Su questo potremmo fare un lungo discorso. Il laser, a dire la verità, ha un uso limitato nellʼodontoiatria, e per utilizzarlo è necessario un semplice operatore che non abbia qualifiche specifiche. Per questo motivo cʼè da stare molto attenti.

Corretta igiene dentale, buona salute del cavo orale e prevenzione dello sviluppo di carie. Attraverso quali pratiche?

I consigli sono semplici, facilmente attuabili e non costano nulla: aver cura dellʼigiene orale con strumenti come spazzolini o spazzolini elettrici, filo interdentale, uso del collutorio soltanto quando necessario e soprattutto non eccedere con gli alimenti nocivi che macchiano lo smalto, come il caffè, lo zucchero e il tè.

La moderna odontoiatria estetica quanto può soddisfare il desiderio di un miglioramento della dentatura?

In grande misura. Oggi si possono ottenere risultati impensabili fino a qualche anno fa, con metodi più precisi e meno invasivi. Anni fa, se una persona anche giovane aveva una dentatura del tutto difettosa, lʼunica alternativa era la dentiera che causava un forte disagio psicologico al paziente. Oggi si possono offrire soluzioni definitive e meno traumatizzanti, anche grazie alla tecnologia.

Quali i pericoli maggiori per una bocca sana e bella?

Senza dubbio la scarsa igiene e la cattiva alimentazione, unitamente alla trascuratezza. Bisogna tenere la bocca sana e curata e non trascurare anche i più piccoli problemi.

Andare dal dentista fa ancora paura?

Un buon medico deve essere anche un buono psicologo. La paura del dentista è una paura atavica e io sono convinto che le paure non vadano rifiutate o combattute, ma vadano assecondate. Bisogna trattare con rispetto e delicatezza i sentimenti di un paziente. Il più grande successo che io abbia ottenuto in tutta la mia carriera è stato sentirmi dire dai miei pazienti “Grazie a lei non ho più paura del dentista”.