Il ponte Morandi sarà abbattuto

Preoccupa la forte corrosione del pilone 10 prossimo alle abitazioni evacuate

L’abbattimento dei monconi del ponte Morandi è ormai certa. La Commissione ispettiva del ministero delle Infrastrutture evidenzia lo stato di “corrosione dei trefoli dei cavi di precompressione primari e secondari”. Si dovranno ora individuare le tempistiche per dare il via ai lavori in piena sicurezza.

Il sindaco del capoluogo ligure, intervistato da La 7, ha sostenuto che Genova dovrà avere “un ponte di altissima qualità e fatto nel minor tempo possibile. Noi abbiamo la possibilità di costruire un ponte che sia un futuro landmark della Città”. Per il primo cittadino i costi dovranno essere a carico di Autostrade.

Sulla stessa lunghezza d’onda il governatore regionale, Giovanni Toti: “Sono d’accordo con il sindaco e ho sentito più volte anche il procuratore Cozzi, bisogna puntare all’abbattimento nel più breve tempo possibile di tutto quello che rimane del ponte Morandi, una brutta carcassa e un brutto simbolo”.