Immobiliare, mercato ancora in crescita in Italia

L’analisi di Tecnocasa, leader italiano dell’intermediazione

Focus di Mesepermese.it sul mercato immobiliare italiano, in netta ripresa dopo alcuni anni di stallo delle compravendite. Passata la crisi, il rapporto tra gli italiani e il mattone torna a essere solido. A scattare una fotografia sulla situazione Italia è Fabiana Megliola, responsabile dell’ufficio studi del Gruppo Tecnocasa.

Il mercato immobiliare sembra essersi rimesso in movimento. Quale bilancio è possibile tracciare del primo semestre 2018? Quali le aspettative per la seconda parte dell’anno?

I dati dell’Agenzia delle entrate segnalano, nel primo trimestre dell’anno in corso, un aumento delle transazioni del 4,3% a livello nazionale, evidenziando un rallentamento rispetto a quanto registrato nello stesso trimestre dell’anno precedente. I prezzi segnalano una lieve ripresa nelle grandi città e una sostanziale stabilità nelle altre con alcune ancora in calo. La domanda è in crescita e l’offerta per gli immobili di qualità è in diminuzione. Anche i tempi di vendita sono in diminuzione. Per i prossimi mesi ci aspettiamo un mercato ancora in crescita: le previsioni per fine anno sono per un lieve aumento dei valori immobiliari (tra 0% e +2%) e delle compravendite (da +2% a +4%),  fermo restando che le condizioni del  mercato del credito restino quelle attuali.

Consigli per investire sul mattone in modo oculato?

Per investire in immobili consigliamo di puntare su piccoli tagli, posizionati in zone servite, ben collegate e con una buona domanda di immobili in locazione (per esempio zone universitarie o a ridosso di aziende). Il rendimento annuo lordo da locazione di un bilocale si aggira intorno al 4,9%. In questo momento, grazie ai prezzi più bassi presenti sul mercato, molti investitori ne stanno approfittando e scelgono il mattone.

Tecnocasa è leader in Italia nell’intermediazione e vanta numeri in decisa crescita.  Antonio Pasca, presidente Tecnocasa Franchising S.p.A., spiega il segreto di questo successo e le strategie di crescita a livello internazionale.

In Italia il Gruppo Tecnocasa è leader con le reti di intermediazione immobiliare Tecnocasa (1.682 agenzie affiliate), Tecnocasa Immobili per l’Impresa (65 agenzie affiliate) e Tecnorete (424 agenzie affiliate, di cui 4 dedicate al settore industriale). Il Gruppo è inoltre presente all’estero in numerose nazioni come Spagna (566 agenzie), Ungheria (18 agenzie), Messico (93 agenzie), Polonia (37 agenzie), Francia (2 agenzie), Tunisia (27 agenzie) e Thailandia (1 agenzia). Kìron Partner S.p.A., società di mediazione creditizia soggetta a direzione e coordinamento da parte di Tecnocasa Holding S.p.A., opera attraverso una propria rete di agenti, costituita in Italia da 750 consulenti del credito e assicurativi distribuiti nei punti vendita Kìron (179) ed Epicas (5). Fondato agli inizi degli anni ’80 e presieduto dal Oreste Pasquali, il Gruppo Tecnocasa conta oggi oltre 3.100 punti vendita nel mondo per un totale di oltre 14 mila collaboratori. Per quanto riguarda l’espansione sul territorio nazionale, l’obiettivo che ci siamo dati come Gruppo è quello di arrivare a 2.500 agenzie affiliate nel 2020. Un obiettivo, definito nel 2014, che si è considerato sostenibile e raggiungibile e che la nostra rete ha accolto con grande entusiasmo e impegno. Un traguardo ragionevole basato sulle nostre forze e potenzialità. Per l’anno in corso sono previste oltre 200 nuove aperture in Italia, di cui buona parte già realizzate. Il successo dello sviluppo, sia in termini di numeri sia in termini di sostenibilità, per noi poggia sui criteri fondamentali che distinguono la nostra formula di franchising e la nostra filosofia da oltre 30 anni, ovvero la crescita interna, una preparazione professionale adeguata ed elevata e il perseguimento della mission aziendale che sta nel promuovere valori etici e una leadership morale nella gestione degli affari. Le strategie di crescita a livello internazionale prevedono per il 2018 circa 100-110 nuove aperture.

Pasca, quali politiche e interventi legislativi potrebbero facilitare ulteriormente le compravendite?

Sicuramente per migliorare le prospettive di crescita delle compravendite, e in generale del settore immobiliare, sono necessarie nuove misure. Oltre a essere un settore strategico per la nostra economia, il bene casa va tutelato e reso più “accessibile” alle famiglie italiane, notoriamente legate al mattone anche nell’ottica di investimento. È dunque necessario individuare politiche strutturali e interventi legislativi per favorire la ripresa delle transazioni e l’economia stessa del Paese, prevedendo riduzioni del carico fiscale e ulteriori incentivi anche in ambito di ristrutturazione e riqualificazione del patrimonio edilizio esistente.