Roberta Sodero, la regina del karate che allena la nazionale e corre in montagna

La pluricampionessa sta preparando gli azzurri per le Olimpiadi del 2020 a Tokyo

La campionessa Roberta Sodero si allena sulle rive del lago di Garda (Foto Maurizio Torri)

Tre titoli mondiali, otto europei e venti italiani: il karate nel sangue e una passione irrefrenabile per tutto lo sport. La pluricampionessa Roberta Sodero, tecnico delle Fiamme Oro e oggi allenatrice della nazionale di karate in vista delle Olimpiadi del 2020 a Tokyo, è pronta a cimentarsi in una nuova entusiasmante sfida, che dal tatami la porterà direttamente in alta montagna.

L’atleta friulana, madrina della prima edizione del progetto ”Donna4Skyrace”, il prossimo 13 ottobre correrà la 10 km, lungo mille metri di emozionante e impegnativo dislivello, nell’ambito della “Limone Skyrunning Extreme” che si terrà nell’Alto Garda.

La campionessa Roberta Sodero sfida la montagna (Foto Maurizio Torri)

“Sono profondamente affascinata dalla montagna, che mi ha sempre trasmesso sensazioni forti – afferma Sodero – motivo in più per essere entusiasta di fronte al progetto ‘Donna 4 Skyrace’. Correre in un paesaggio unico e in mezzo alla natura sarà davvero emozionante. Sarò una madrina sui generis, in quanto mi metterò personalmente in gioco, correndo la dieci chilometri. Una sfida sportiva in una disciplina per me nuova, ma anche l’occasione per ribadire un concetto fondamentale, ossia che anche negli sport più estremi, nonostante le diversità psicofisiche esistenti tra uomo e donna, con allenamenti mirati le atlete possono raggiungere ogni obiettivo. All’origine di ogni risultato importante ci sono forza, coraggio, energia e determinazione”.

La campionessa Roberta Sodero si allena sulle rive del lago di Garda (Foto Maurizio Torri)

Il progetto “Donna4Skyrace”, ideato da Paola Rizzitelli, esperta di pubbliche relazioni e marketing, vuole dare voce alle donne e alle loro potenzialità, e porre l’attenzione sull’allenamento completo di corpo e mente, necessari per approcciare una vera skyrace su percorsi tecnici ma al tempo stesso emozionanti e spettacolari. “Roberta Sodero – dice Rizzitelli – è un’atleta che esprime magnificamente la versatilità, la determinazione e l’entusiasmo femminili”.