Cuba, l’aereo precipitato aveva 39 anni di volo

Le autorità cubane indagano sulle cause dell’incidente che potrebbe essere stato originato da un guasto meccanico

In volo da 39 anni con la targa “XA-UHZ”. Era l’agosto del 1979 quando il Boeing 737 precipitato ieri a Cuba pochi istanti dopo il decollo, portando alla morte 110 persone, entrò in servizio per la statunitense Piedmont.

Da allora l’aeromobile non ha mai smesso di volare, passando da una compagnia all’altra ben 14 volte. Di proprietà di una linea aerea low cost messicana, il 737 era stato noleggiato lo scorso anno dalla compagnia Cubana de Aviacion, che lo utilizzava per coprire tratte interne.

Le autorità dovranno ora stabilire se all’origine dell’incidente vi sia stato un guasto meccanico a uno dei motori. Lo schianto, al quale ha fatto seguito un incendio, è avvenuto in una zona agricola e l’impatto con il suolo non ha provocato danni a persone o ad abitazioni.

I primi a giungere sul luogo della tragedia e a tentare inutilmente di prestare soccorso sono stati gli abitanti della zona.